Archivi del mese: settembre 2014

Scritto il alle 09:41 da Paolo Cardenà

Il grafico di seguito riportato, espone la dinamica del Pil reale (base 2008=100) di quei paesi che, per diverse ragioni, sono stati posti sotto la tutela della Troika (Ue, FMI, Bce). Da osservare che per i valori riferiti alla Grecia, … Continua a leggere

Scritto il alle 11:57 da Paolo Cardenà

Anche se risalente a una settimana fa, di seguito vi segnalo una mia intervista pubblicata suForexinfo.it, che ringrazio per l’ospitalità riservata alle mie opinioni. Si parla di Bce e dei limiti della politica monetaria (ma non solo), peraltro ribaditi a … Continua a leggere

Scritto il alle 17:21 da Paolo Cardenà

Come sapete, l’Istat, in ottemperanza alle nuove modalità di calcolo del Pil previste da Eurostat, nelle settimane scorse, ha provveduto a ricalcolare il Prodotto Interno Lordo dell’Italia dal 2009 al 2013, includendo anche alcune componenti delle attività criminali, quali il … Continua a leggere

Scritto il alle 11:38 da Paolo Cardenà

Dopo l’allarme sui conti pubblici lanciato ieri dalla  BCE, che ha invitato  l’Italia a consolidare i propri conti per rispettare l’obbiettivo di deficit per 2014 al 2.6%, resta anche da capire in che modo Renzi reperirà i 20 miliardi di … Continua a leggere

Scritto il alle 17:24 da Paolo Cardenà

Nella estate delle copertine dedicate al Titanic Euro, e dei gelati consumati davanti Palazzo Chigi, si è affermata anche una diceria, secondo la quale l’Italia avrebbe riconquistato la reputazione sui mercati, posto il fatto che i nostri BTP offrono rendimenti … Continua a leggere

Scritto il alle 16:10 da Paolo Cardenà

Nel novembre 2011, il governo Berlusconi (l’ultimo uscito da un tornata elettorale democratica), venne fatto dimettere sotto i colpi dello spread che viaggiava intorno ai 550 punti. Lasciamo stare il giudizio sull’uomo Berlusconi, che spetta a Dio; e lasciamo anche … Continua a leggere

Segui su Facebook
Paolo Cardenà | Crea il tuo badge

Segui su Twitter
Mancano ancora dei segnali importanti ma guardando i grafici intermarket sembra proprio che ci s
Da Montalbano ai Cesaroni, da Don Matteo a Rocco Schiavone, quanto costano le case nell’Italia
In molti si sono chiesti in questi giorni: “ma come è possibile far salire i tassi di interes
Ftse Mib: dopo la rottura di ieri dei 22.500 punti l'indice tricolore oggi intende recuperare tale l
Due sono i temi che appassionano da sempre e che hanno impatti mediatici oscillanti a seconda del co
sho Italia, la principessa sullo spread, questo probabilmente sarà il titolo del mio prossimo li
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Et voilà. Intermarket docet. Ne ho parlato copiosamente nei giorni scorsi e soprattutto nel vi
Ftse Mib: il Ftse Mib apre debole oggi e si mantiene ancora sul supporto statico dei 22.500 punti. N
Alla fine avevano ragione loro, Galbraith e Friedman le banche centrali servono a poco o a nulla