Archivi del mese: aprile 2014

Scritto il alle 13:10 da Paolo Cardenà

Partiamo da questo semplice grafico, che ci racconta il recente passato dell’Italia e ci consente esprimere anche qualche giudizio sul prossimo futuro.Il grafico  rappresenta  la dinamica  del PIL nominale (scala sinistra) e del debito pubblico dal 2000 in avanti; mentre … Continua a leggere

Scritto il alle 08:30 da Paolo Cardenà

In attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto che prevede l’assegnazione del bonus di 80 euro  in busta paga dal prossimo maggio, su “Il Sole 24 Ore” di un paio di giorni fa,  si è potuto leggere a proposito … Continua a leggere

Scritto il alle 08:57 da Paolo Cardenà

A proposito dell’aumento della tassazione sulle “rendite finanziarie”(che secondo il governo sarebbero quelle dei piccoli risparmiatori), grazie alla segnalazione di Saverio Berlinzani, Presidente di APRIMEF (Associazione Piccoli Risparmiatori e Investitori sui Mercati Finanziari), vi riporto l’intervento dell’Onorevole Zanettin alla Camera, … Continua a leggere

Scritto il alle 08:53 da Paolo Cardenà

Vi propongo solo un paio di grafici dai quali potrete desumere la fallacia delle previsioni governative in tema riduzione di debito pubblico.Il primo grafico riguarda la dinamica del debito pubblico dal 2001 ad oggi, che si attesta a circa il … Continua a leggere

Scritto il alle 16:12 da Paolo Cardenà

Lo rende noto l’Associazione Bancaria Italiana  nel  consueto ABI Monthly Outlook Scrive l’ABI:”A seguito del perdurare della crisi e dei suoi effetti, la rischiosità dei prestiti in Italia è ulteriormente cresciuta, le sofferenze lorde sono risultate a febbraio 2014 pari a … Continua a leggere

Scritto il alle 10:12 da Paolo Cardenà

Da cosa è formato il debito pubblico:Fonte: DEF 2014Consistenza del debito in valori percentualiFonte: DEF 2014Debito  pubblico espresso in valori percentuali rispetto al PILFonte: DEF 2014Composizione dei titoli di stato al 31 marzo 2014Fonte: TesoroRelativamente al grafico precedente, per coloro … Continua a leggere

Scritto il alle 13:30 da Paolo Cardenà

Dopo il mio ultimo post sul tema BCE e Quantitative Easing in salsa europea (del quale ne suggerisco la lettura QUI), sempre sullo stesso argomento, vi propongo alcune riflessioni tratte da alcuni post pubblicati nei giorni scorsi sul mio canale … Continua a leggere

Scritto il alle 16:28 da Paolo Cardenà

Partiamo da questi semplici grafici, peraltro assai intuitivi:Come si osserva agevolmente, buona parte dell’Europa meridionale  è  in conclamato stato deflattivo. Mentre l’Italia, ormai da diversi mesi, sta flirtando pericolosamente con spinte disinflazionistiche importanti,  ed è verosimile pensare  che nei prossimi … Continua a leggere

Segui su Facebook
Paolo Cardenà | Crea il tuo badge

Segui su Twitter
Mancano ancora dei segnali importanti ma guardando i grafici intermarket sembra proprio che ci s
Da Montalbano ai Cesaroni, da Don Matteo a Rocco Schiavone, quanto costano le case nell’Italia
In molti si sono chiesti in questi giorni: “ma come è possibile far salire i tassi di interes
Ftse Mib: dopo la rottura di ieri dei 22.500 punti l'indice tricolore oggi intende recuperare tale l
Due sono i temi che appassionano da sempre e che hanno impatti mediatici oscillanti a seconda del co
sho Italia, la principessa sullo spread, questo probabilmente sarà il titolo del mio prossimo li
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Et voilà. Intermarket docet. Ne ho parlato copiosamente nei giorni scorsi e soprattutto nel vi
Ftse Mib: il Ftse Mib apre debole oggi e si mantiene ancora sul supporto statico dei 22.500 punti. N
Alla fine avevano ragione loro, Galbraith e Friedman le banche centrali servono a poco o a nulla